Indicibile interdetto

Avrei voluto scrivere dei versi,magari di impronta fonosimbolica, musica dolente e ardente, ma mi si è spento di colpo il lume di quella timida fiammella che m’aveva spinto in quest’angolo di scrittura…un sano silenzio mi avrebbe protetto in questo vuoto improvviso. Ed invece scrivo. una pulsione a dire ciò che sento ma che si ferma alle soglie della glottide quale un vago pensiero…

io non so ben ridir quel ch’io mi senta

che un ché m’avvolge e ‘l cor m’addenta:

singulto, fremito, sospiro in grumo

s’addensa vaneggiandomi l’anima in fumo;

e qui s’arresta il dir che non son cicala,

ma rospo notturno e il gracidar poco mi cala.

 

 

 

Annunci

38 thoughts on “Indicibile interdetto

    1. pe mo il rospo st olo solo nello stagno e di “gracidar non gli cale”…se poi capita nello stagno, d’improvviso la ranetta giusta, lui gracida eccome e magari si mette pure a cantare co voce melodiosa…e tutte le lucciole dello stagno gli danzano attorno festanti, o meglio danzano attorno festanti alla ranetta e a lui… 😀

      Mi piace

      1. si ridi ridi…scusa, dora, ma mammina tua ha fatto gli gnocchi stasera?…il rospo ronfa solitario nello stgno buio tutto solo e lei se la ride…cattiva! 😀

        Mi piace

      2. E lasci il rospo tutto solo?…va be…naiade del fiume d’oblio…il mio rospo tenterà di gracidare ai bordi del tuo fiume a disperato richiamo…graaaa graaa graaaa

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...