Ceneri

Al vento corpi urlanti pulviscolo dell’universo

quali stelle fiammeggianti in un cielo perverso;

la belva infornante, empia gonfia il petto

del suo orgoglio infame tragico ed inetto.

Immemori di tanto vile ed inumano oltraggio

costruiamo steccati, campi, recinti nel cui raggio

ospitar chi fugge novo codardo sterminio

o, peggio, ad acque tumultuose diamo dominio

qual elemento di morte, non paghi del fuoco

che  miliòn di carni straziate mutò in rogo.

Pia terra madre accogli, in vividi germogli,

i poveri resti: sian essi faville figlie di fiamma

o vesciche bagnate private del fiato d’una mamma

30 risposte a "Ceneri"

    1. si, ma nel silenzio giunge ancora il crepitio dei forni e il nero rimbombo delle acque tombali…sommesso allora si fa il canto alla memoria, preghiera quasi in sussurro nel bel mezzo delle urla dell’umana catastrofe che si vive oggi e, ahimè, domani.

      Piace a 1 persona

      1. Perdonami ma io l’ho avvertito se vedi nel mio esprimerlo un atto irrispettoso mi spiace…poi certo il silenzio resta l’atto più alto, ma io con la mia piccola voce non ho fatto altro che “romperlo” con un sussurro d’amore…In quanto all’Equipe 84 ho sempre trovato il loro omaggio alto e poetico.

        Piace a 2 people

      2. dicevo “io non lo so” rispetto al “domani”.
        la questione sul ‘dire’ o non ‘dire’ credo stia nel modo in cui ognuno di noi sente di prendere posizione, sia poetica, sia un silenzio. Fatto responsabilmente credo abbia comunque un’importanza. Se non pensassi questo non dovrei scrivere nemmeno io, né editare l’articolo di oggi. Scusami, ma non pensavo mi fraintendessi. Lo so: ho smozzicato due parole. E’ che mi stavo autointerrogando e stavo decidendo come pormi io, dopo aver scorso da stamattina un mare d scritture e uno si chiede: dove andiamo, come andiamo, dove stiamo, come stiamo.
        Scusami, dunque. Solo un frainteso. E come potrei, poi, mai io dire cosa è giusto, e proprio io che butto fuori parole senza misura?

        Piace a 1 persona

      3. capito. è che è davvero delicato dire delle cose su questi argomenti duri…e dunque mi interrogavo anch’io nel risponderti…sul domani io non posseggo verità alcuna, ma temo che vedremo di peggio, molto peggio…vorrei sbagliarmi…

        Piace a 1 persona

      4. Franz, tu hai imparato un pò a conoscermi.
        Questa ecatombe non è stata l’unica.
        Capisco tutto, ma questa giornata mi pare mediaticamente sovraesposta.
        Da me non ho voluto nulla.
        Io penso alle lobby ebraiche, alla loro plutocrazia.
        Son filopalestinese.
        Son franca, e per nulla antisemita.

        Son certa che accetterai il mio dissenso..

        Piace a 3 people

      5. infatti il mio canto include lo sterminio dei territori e dei rifugiati…lo sterminio non ha scelte razziali , è brutale sotto ogni latitudine…e poi, siamo noi tutti corpi esposti alla catastrofe noi rinnegati della terra che ci generò…noi che scordammo d’essere fratelli , figli di un unico gene…un abbraccio marzia cara

        Piace a 2 people

    1. oui madamoiselle Simonà…et ce que dire?…Malereusement l’homme va a tuer les autre homme …seulment lui sur la terre va a faire cette action..sans motif…non so perché te l’ho scritto in francese…mi veniva così…ciao!

      Piace a 1 persona

      1. capita… assolutamente sì, tranquillo 😉 e sì, il concetto così formulato è di Hobbes, ma deriva da un concetto (lupus est homo homini, no homo) espresso da Plauto nella commedia “Asinaria” 😉

        Piace a 1 persona

      2. Ahahahahah! Spero di non risultare saccente… mi spiacerebbe un po’ perchè non è nelle mie corde. P.s. bellissima l’immagine di stare nella stessa biblioteca a sfoggiare gli stessi libri e parlarne 😀

        Piace a 1 persona

    1. ancora oggi, purtroppo, l’uomo si adopera a sterminare i suoi simili…vedi l’Europa come si sta sfaldando sotto la pressione di milioni di rifugiati…ogni discorso salta, emergono , terribili, solo il panico e la paura genesi , spesso di stragi e oppressione…pessimo e inquietante!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...