Fuor di metafora

Fuor di metafora,

azzardo la mia danza sul ciglio,

fuor di metafora,

vedo e gioco con l’abisso in cipiglio.

E li, nel trambusto del sogno di morte

non vedo no lo sfolgorio d’anime accorte

che m’accolgono silenti e sonanti beate.

Vedo, e non m’appaura,

il silenzioso deserto di un solido nulla.

Annunci

22 thoughts on “Fuor di metafora

    1. ah ah ah…tranquilla…”Giocherellare a palla con il proprio cervello, cercando di lanciarlo oltrei confini stabiliti/ che qualcuno ha tracciato ai bordi dell’infinito”…devo averti scritto una volta che pazzeo con questa immagine di De Andrè…carino e affettuoso l’invito a sognare confini più rassicuranti…ma tanto anche li, sul ciglio qual paura se c’è solo il “solido nulla” ? 😀

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...