In morte di Carlo

 

 

Dove sei ora, amico caro?

Di solitudine creativa

eri, ti dico, un essere raro.

Dove sei ora, cantore di storie?

voce limpida

di mille silenti memorie.

T’ho visto esposto,

alla luce del sole,

nel bagliore dell’ultimo addio

Annunci

35 thoughts on “In morte di Carlo

      1. Sì, il suo sorriso era bellissimo.
        In lui c’erano tutti i colori, senza dubbio.
        Non lo conoscevo personalmente.
        Amo la musica molto e lui era un artista assoluto.
        La sua opera resterà.
        So che oggi tu sei triste.
        Un sorriso dolce
        gb

        Liked by 1 persona

      1. sono i miei 4 puntini poetici. Una volta la raccontai nel sito questa cosa. Per me hanno un senso. Sono oltre la grammatica dei 3 sospensivi. Sono tutto quello che si può dire ancora, o è già lì, o fuori tempo, non lo so. Perciò hanno un senso adesso e così silenziosamente li lascio.

        Liked by 2 people

  1. bella musica…ma tanta tristezza stasera qui da te. Qui si è alzato il vento forte del nord e fa freddo; i nuvoloni gonfi di pioggia hanno continuato a minacciare tutto il pomeriggio e adesso sembra di essere in mezzo ad una bufera. No…preferisco parlare dei miei ravioli cinesi che … 😦

    Liked by 1 persona

    1. si, cara, con lui ho attraversato per un tratto sogni belli e ora, ne serbo caro, il suono…i ravioli cinesi li mangiai una sera a Roma, in Largo Argentina, in compagnia di tante persone bellissima…fu una serata di magia…senza saperlo hai postato una quota di bei ricordi che proprio mi ci volevano…e ti dico grazie.

      Liked by 1 persona

      1. le sue vibrazioni avranno aperto la porta su uno splendido mondo parallelo, dove il suo suono stridulo si farà melodia di violino…e magari il mio amico sorriderà a quel suono inatteso

        Mi piace

  2. Caro Franz mi unisco al tuo dolore per la perdita di un artista che come Pino Daniele ci ha lasciato troppo presto. Una voce che ha saputo interpretare la napoletanità più profonda con garbo e stile. Non sapevo di questa triste notizia. Oramai solo Roma fa banco con i suoi pesanti problemi e purtroppo il terremoto è ancora notizia fresca. Però trovo ingiusto dimenticare chi tanto ha contribuito con la sua arte a divulgare quello spirito partenopeo che tanto mi piace. Un abbraccio forte forte. Isabella

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...