Trance lieve

Fra boschi e rami d’umida pioggia

sulla mia pelle un carezzevole fruscio

e sul tappeto di foglie secche il crepitio.

M’evoco il corpo in una trance lieve

sino alla fonte dove si siede e beve

beve di gioia in fresca trasparenza

compagno di fantasmi

che lo ghermiscono lieti

danzando in sua presenza.

 

 

Annunci

45 thoughts on “Trance lieve

  1. Certi ricordi e certe presenze, sempre vive, della nostra infanzia sono forse l’unica vera e immortale fonte a cui attingere la vita. Ci danno un senso di solidità nel corpo scalfito dal tempo e la pioggia diventa amorevole cure che ravviva il secco e germoglierà nel nuovo sole

    Liked by 3 people

  2. I tuoi versi danzano tra di loro per me.
    Mi lascio scivolare con il loro canto… in quei momenti speciali della memoria, fonte a cui attingere la vita, la gioia “in fresca trasparenza”.
    Sulla pelle un fruscio che mi accarezza, la pioggia che mi rigenera.

    Bella bella questa tua poesia!
    La apprezzo molto.

    gb

    Liked by 1 persona

  3. Quando ero piccola, vivevo in una cittadina di montagna e per raggiungere la scuola percorrevo una stradina, nel bosco, fangosa di foglie secche e umide che si attaccavano alle scarpe. A me piaceva un sacco quella scorciatoia, sebbene andassi a scuola e ritornassi a casa con le scarpe tutte sporche. E quei rami mi graffiavano il viso. Grazie per avermi ricordato un aneddoto a me caro.

    Mi piace

  4. La percepisco dannunziana, se il paragone non ti offende.
    E credo che l’elemento erotico in un video per te non sia eludibile.

    p.s. ho ripreso in mano ( eran anni che lo avevo letto) “Il tresto di niente”…mi sto scialando, Franz!!

    Liked by 1 persona

    1. ovvio che dovrai lavorare su ciò che percepisci tu e questo può solo lusingarmi non offendermi..D’Annunzio? scherzi? io offendermi stia parlando del poeta più “Sonoro” del nostro Novecento.

      Mi piace

      1. Un amico gesuita per anni, pur amando “La pioggia nel pineto”lui stesso, continuava a rimarcarmi che era un cocainomane ( aveva i denti consumati dall’uso di coca) e un puttaniere.
        Sì, “sonoro” è la parola più azzeccata

        Liked by 1 persona

      2. Un giorno in pvt ti racconterò.
        Il mio era stato educato dai gesuiti…ma era diventato prete, ex sessantottino lo era e pure nevrotico.
        Ma mi ha iniziato a libri che io non sapevo esistessero come Testori o di P.P.P. “L’ usignolo della Chiesa Cattolica” .
        Una bella testa, ma un carattere di m…da…
        Un giorno, magari, te ne racconterò.
        Notte 🙂

        Liked by 1 persona

      1. Sapessi You tube che fastidio mi ha dato…ieri sera discutendo con mio marito avevo deciso di gettare la spugna.
        Mi stanca molto trovare immagini adatte e montare quando il mezzo non collabora…
        Franz, non potevo dargliela vinta.
        You tube mi ha pungolato sull’orgoglio…
        Avevo inserita una bella transizione prima del corpo nudo, ma non me lo ha permesso.
        Buon pomeriggio, Franz, più tardi ti scrivo.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...