Notte a san Pietroburgo

Ricordi le rifrazioni di spettri,

nella notte,

a San Pietroburgo?

Ombre ai bordi dell’antico cratere,

di antiche maschere in etere la danza

si svolgeva dei secoli ignara.

Quanta presenza, allora, vibrava in eco

nel notturno di neve, di cavalli il tintinnio.

Tu eri con me, sai, all’Hermitage,

non solo stilla di pensiero,

ma nella creazione di un viaggio vero,

il sogno condiviso di un nostro pensiero.

Annunci

29 thoughts on “Notte a san Pietroburgo

    1. Ricordo una mia missione d’arte e tante tante evocazioni a distanza…quel sangue che dici sconvolse il mondo dando luogo a sogni per intere generazioni (Se ti riferisci alla presa del Palazzo d’Inverno)… Ogni morte violenta è sfregio all’umano ma come scrisse Bertold Brecht “Noi che volemmo esser gentili non potemmo esserlo”… Che senso di pace Il fiume Neva gelato…e le resistenze umane in arte…all’Hermitage…

      Liked by 2 people

      1. pensavo alla domenica di sangue, in realtà, nell’immediato

        magari un giorno mi riuscirà di andare anche a San Pietroburgo e vedere le bellezze di cui parli

        rivoluzioni e resistenze, certo, e tanti che la vita se la negarono perché non gli fosse tolta

        Liked by 2 people

      2. Che intensa chiusa ha il tuo commento…mi ha colpito molto… Quando cala la sera a San Pietroburgo è come se il tempo si fermi…il gran Museo chiude (aprendo ai suoi fantasmi) ed un tintinnio di slitte e cavalli invade furtivo le strade innevate. Indimenticabile! Si vale la pena andarci, una volta, nella vita

        Liked by 1 persona

  1. Che bella dev’essere San Pietroburgo e l’Hermitage dev’essere stupendo, magico, sogno da tanto di andarci… magari ci riuscirò un giorno, nel frattempo grazie per questi versi: mi hanno fatto sognare.
    Un abbraccio,
    s.

    Liked by 1 persona

  2. Rimango in tema di arte..
    Stasera Rai Storia ha mandato un lavoro interessante “La croce e la spada” su San Gennaro…
    Ho visto poco come puoi intuire. Ma ho memorizzato che i suoi resti furono voluti dall’abbazia di Montevergine a Napoli da parte del cardinale Alessandro Carafa.
    Leggendo Wikipedia ho scoperto che il santo è stato immortalato anche dalla mia pittrice preferita, lo sapevi?

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...