In quella soglia dello svanire

La terra, si sa,  è  una palla rotonda

e, nell’andirivieni del suo andare,

l’anima mia dell’oscuro si monda.

S’alterna la notte al giorno

e, all’alba e al tramonto,

io mi guardo curioso intorno;

curioso di vita e d’avvenire:

in quella soglia dello svanire

quando la luce sorge

o va, tremebonda, a morire.

Annunci

54 thoughts on “In quella soglia dello svanire

      1. ah ah ah…pure il “nè” torinese… delizioso…. 😀 …una mattina ero a Rio e sentii una garota urlare “Vattenne”…che in napoletano significa “Ma va via!”…sarà stata un illusione acustica…ma da allora considero le due lingue molto vicine… 😀

        Mi piace

  1. E’ in quella soglia dello svanire che mi smarrisco, quando la luce se ne va arriva la mia notte, passione e tortura, e la soglia si allarga, tutto si rimescola e, nonostante i dadi, il caso sarà la mia ansia… forse. Un’altra poesia che mi emoziona non sai quanto, caro Franz. Stupenda,

    Liked by 1 persona

  2. fantastica !! arrivata e colta in pieno!
    spero di leggerne presto un’altra del genere (ma tanto lo dico ogni volta ….. ogni volta dico, vabeh questa non la potrà mai superare …………………………)
    (non posso scrivere il tuo nick stavolta… si addice zero)

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...