Dimmi e rinnovami

Dimmi e rinnovami delle tue labbra il sapore

come d’un caldo bignè, all’alba, l’aroma e l’odore;

quel che s’addenta in crema con gli occhi pesti

quelli del vegliante che per vederti son rimasti desti.

Dimmi e rinnovami del tuo gaio riso sorpreso,

come bimba al bancone lo sguardo ai dolci teso;

dimmi e rinnovami dei tuoi fianchi lo sfiorare,

mentre, allo svanire della notte, accenniamo ad andare.

Annunci

43 thoughts on “Dimmi e rinnovami

  1. Bellissimi versi che mi riportano indietro nel tempo quando i profumi erano la norma: quello dei dolci, quello della pelle di lei che sapeva di vaniglia, il profumo colorato dello sguardo che illuminava le mie giornate e quella frenesia di assaporare e odorare quei momenti e di volerli velocemente rivivere il giorno dopo.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...