Il romanzo è altrove

Mi inerpico in lettura

sino a graffiarmi l’anima:

di luce e di lordura

attraverso, lacrimando,

gli occhi.

Sicché ogni pagina

che io tocchi

di mia vita in versi

si faccia sbocchi.

Ma il romanzo è nel Bios

che non seppi rallentare,

l’ansa giusta modellare:

bagno le dita e sfoglio…

ma non è ciò che voglio.

 

Annunci

50 thoughts on “Il romanzo è altrove

  1. non credo nel destino, anche quando la volontà umana da sola non basta, o sembra non bastare. Il tempo è legato anche alla nostra percezione e alle nostre azioni. Ma quello che nessuno dovrebbe mai fare è rassegnarsi all’aver vissuto
    non lo so
    lunga riflessione ci vorrebbe
    ma coraggio sempre, coraggio, perché bisogna pur vivere

    Liked by 2 people

    1. Qui non c’entra il destino…semmai le vie misteriose che il Bios adopera in equilibrio/squilibrio con noi… e l’impossibilità di inseguirlo tra versi o scritture… Non so se è rassegnazione… senso dell’errare e dell’errore credo di si…

      Liked by 4 people

      1. Si questo era chiaro fin dalla prima lettura di ciò che scrivi…e non è forza solo per te…ma anche per chi ti legge. Mi fai riflettere e molto…e te ne ringrazio…anche per avermi dato l’occasione di parlarne sotto questa mia piccola composizione liricamente sconsolata,

        Liked by 1 persona

      2. è come dici… sai ..è che oggi la vita, quella vera mi è piombata addosso…tutta di carne e pelle mentre attraversavo una contrada alle porte della nostra città…e risuonavano, splendidamente ossessive le note del Bolero di Ravèl…

        Liked by 1 persona

      3. Grazie… e comunque anche queste struggenti emozioni sono vita vera che ti rimbalza addosso…e ti resta appiccicata cara alla pelle…quel romanzo che ora è altrove…ma le cui pagine sono sono ancora bianche tra i sedicesimi della conclusione…

        Liked by 1 persona

  2. caro Franz,
    sfido chiunque a saper rallentare la vita e a cogliere il significato di questo grande mistero
    Non è facile, ma grazie a Dio è soggettivo e l’importante, a parer mio, resta il “sentire”
    Se riesco ad esprimermi bene : mi metto di fronte ai tuoi scritti come ai quadri e in quanto a far “sentire” sei maestro

    Liked by 1 persona

  3. Sì (leggendo anche un tuo commento) il senso dell’erranza che mi accompagna in quanto vivo nel dubbio e nell’errore (o nel timore dell’errore) e nella confusione (non stato confusionale ma coinvolto nella tempesta del caos). Hai reso bene, come sempre, scavando in profondità con questo mirabile verso: che non seppi rallentare, l’ansa giusta modellare. Un abbraccio.

    Liked by 1 persona

      1. E’ che i tuoi versi mi emozionano. (anch’io purtroppo ho poco tempo e non riesco a visitare e leggere ogni giorno tutte le poesie dei blog che frequento: le giornate dovrebbero essere molto più lunghe)

        Liked by 1 persona

      2. In effetti quando entro nel tuo blog non ricordo mai dove ero rimasto e a volte vado indietro nel tempo, anche troppo, e rileggo anche poesie già lette e questo mi piace molto. Sì, molto bello recuperare tracciati persi.

        Liked by 1 persona

      3. Me ne duole e tanto. Non conosco la natura del lutto, ma il lutto purtroppo, non si elabora: si innerva nelle nostre cellule e le arricchisce, col tempo, anche di dolci ricordi. Un abbraccio forte.

        Liked by 1 persona

      4. Grazie Franz. E’ vero, dolci ricordi. Purtroppo è stato un epilogo tragico, un carissimo amico… Il mio più grande difetto consiste nel fatto che inconsciamente mi metto nei panni degli altri e “rivivo” mentalmente certi momenti, facendomi anche del male. Un carissimo saluto.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...