Comme si fosse Totò-

Comme a na criatura indifesa,

miezo a stu frastuono,

tu te spie tu stesso:

che d’è st’abbandono?

Pare nu clown

vestito e’ niro

co ‘o cappelluccio smierzo

e e’ cazune a zumpafuosso…

Tiene sempe ‘o pizzo a riso

co na punta d’amarezza:

ma che d’è?

Che tiene dinto ‘o pietto appiso?

“‘A paura e’ na criatura senza ‘o  Pate,

ma ppe’mme nun ve nquietate,

facimmece tutte na bella risata.”

Annunci

32 risposte a "Comme si fosse Totò-"

      1. ah ah ah..grande! non c’è male…noi TU lo diciamo Tu… “Chello ca scrive tu!” 😀 ma sono bazzecole e pinzillacchere queste comme si e’ dicesse Totò… Quanto si’ bellella! ❤

        Mi piace

  1. Adesso voglio ridere
    per vincere il tuo peso…
    Voglio ridere
    per rinfrancare il cuore…
    Voglio ridere…
    ridere…
    ridere…
    e quel riso
    diventerà veleno
    per il tarlo
    che la mia mente
    uccide…
    Tu non prevarrai
    e avrai paura di te stessa.

    Ciao Poeta, iago.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...