Comme si fosse Totò-

Comme a na criatura indifesa,

miezo a stu frastuono,

tu te spie tu stesso:

che d’è st’abbandono?

Pare nu clown

vestito e’ niro

co ‘o cappelluccio smierzo

e e’ cazune a zumpafuosso…

Tiene sempe ‘o pizzo a riso

co na punta d’amarezza:

ma che d’è?

Che tiene dinto ‘o pietto appiso?

“‘A paura e’ na criatura senza ‘o  Pate,

ma ppe’mme nun ve nquietate,

facimmece tutte na bella risata.”

Annunci

32 thoughts on “Comme si fosse Totò-

      1. ah ah ah..grande! non c’è male…noi TU lo diciamo Tu… “Chello ca scrive tu!” 😀 ma sono bazzecole e pinzillacchere queste comme si e’ dicesse Totò… Quanto si’ bellella! ❤

        Mi piace

  1. Adesso voglio ridere
    per vincere il tuo peso…
    Voglio ridere
    per rinfrancare il cuore…
    Voglio ridere…
    ridere…
    ridere…
    e quel riso
    diventerà veleno
    per il tarlo
    che la mia mente
    uccide…
    Tu non prevarrai
    e avrai paura di te stessa.

    Ciao Poeta, iago.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...