Una solita salmodia

Si lo so, suona solita

la salmodia del mio dolore.

Puntuale,

come un tempo

le orazioni al vespro.

Ma quelle sapevano

d’anime in comunanza:

la mia salmodia

è pena colta in fragranza,

nuda,

scevra di canti in risposta

carne viva

che non trova sua sosta.

O tu che leggi

questo oscuro sospiro

fermati

e portami, con te, in giro.

Annunci

18 thoughts on “Una solita salmodia

  1. Sono solo
    in questo tempo
    brutale e tempestivo
    come un pugno…
    Barcollo tra la folla
    indifferente…
    che cerca di arrivare
    al suo comunque…
    Misero è il viandante
    che percorre la sua strada
    e non coglie ciò che trova,
    ma l’indifferenza
    è il deserto più feroce
    che disdegna il sussurro
    d’una prece…
    Qualcuno vedrà
    la mia scintilla
    d’anima nell’ombra
    e la sua mano tenderà
    nello squarcio della sera…
    e sarà nuova primavera.

    Ciao Poeta, iago.

    Liked by 1 persona

  2. Ciao Franz… un po’ malinconici i pensieri… questa sera… ma domani sarà giorno e la luce dissiperà le ombre…
    Questa notte sarò in giro per l’isola e ho già legato Spugna al palo…
    Vola da me che ci divertiamo a tormentare Uncino… 🙂 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...