Viaggio nella luce…ed oltre.

Vieni, cara, posa con me il piede

qui, senza timore oltre questa soglia di luce.

Credi tu sia una porta? E dove conduce?

Lo vedi l’arco che disegna la linea d’ombra?

Oltre s’avverte un pulviscolo sonante

quasi un inatteso bagliore accecante.

Ecco, ci siamo. I vecchi corpi restano là

e noi andiamo lì dove forse siamo:

dov’è quel dove non mi è dato dirlo

che, a confessarlo, potremmo veder svanirlo

Annunci

30 risposte a "Viaggio nella luce…ed oltre."

  1. ” …dov’è quel dove non mi è dato dirlo / che, a confessarlo, potremmo veder svanirlo ”

    quel dove non ha nome nè confini,
    suono percepito da orecchi fini
    è libertà di spazio in doppio volo
    da librar staccati da codesto suolo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...