E domani…

E domani, domani, domani

scivola il tempo fratto tra le mani,

mentre il desiderio è scoria, cianfrusaglia

impigliato del tempo nella maglia.

M’è fermo il suono sordo del continuo,

beffarda serpe di un presente cui mi inchino

mi inchino stremato ad un mutare

un mutare che è un perenne stare

con il corpo che è una gabbia di cellule smarrite

tra le troppe vite, sfinite, non finite.

Annunci

26 risposte a "E domani…"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...