L’archivio dei colori.

Ridammi, tempo offeso,

l’esuberanza del tempo atteso.

quel vezzoso capriccio di speranza

che da bimbo vivevo in una stanza.

Ridammi quel fumo d’avventura

che m’annebbiava di gioia la lettura.

Ora che s’è fatto stanco il mio sapere

ho sete secca e nulla da bere.

Pesco così nell’archivio dei colori

sbiadito da troppi balordi dolori

smarrendo, nel passo a ritroso,

l’iride ricca dei perduti amori.

9 risposte a "L’archivio dei colori."

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...