Canto finale a Li creature de neve (Li farfalle de ghiaccio)

Penso e mi immergo

nell’infinitesimo corpo

d’ogni goccia di rugiada:

ogni fiocco di neve

è cristallo di voce

che sferza e urla nel vento.

Li vedo ecco!

Corpi d’anima in ghiaccio,

cristalli in trasparenza

precipitato fluido d’esistenza.

Vi penso, ecco,

creature di natura:

mutazioni

in luccicchio di luce,

quale materia precaria;

anime esposte al vento

disposte, si, ad evaporare

ad altre vite

del nuovo Sole in avvento.

Danzate bianche creature,

voci del vento,

di me prendete il sopravvento.

Accarezzatemi,

nello stridio del canto,

ogni lacrima di pianto.

Dico a voi:

se la colpa m’increspa il sorriso

di sbaragliarla

di nuova luce nel viso.

16 risposte a "Canto finale a Li creature de neve (Li farfalle de ghiaccio)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...