Dell’ultima luce.

Oscillare d’onda e colore

nell’inseguire tra raggi radenti

l’ultimo diafano bagliore.

E’ tra questi tocchi di pallida sera

che si insinua il cuore che spera,

nell’immoto dormire dell’incanto di luce

batte strenuo

e un brandello di vita ricuce.

Ed affidare, ora,

a questo trascolorare silente

la fuga piccola dai rumori della mente.

Oh, d’oppressione il dolore non svanisce,

ma languido si immerge,

annidandosi, nella penombra

che l’ultima luce, nella sera, aggredisce.

20 risposte a "Dell’ultima luce."

  1. c’è un momento, al tramonto, che è particolarmente adatto per le foto, ma devi cogliere l’attimo. Se ti concentri su questo abbandoni la mente e punti l’obiettivo per cogliere il bagliore radente che rende irripetibile la scena. Poi però il buio arriverà la stesso e tutto diventerà più pesante.
    Buonanotte mio caro Franz..che chiamarti Ettore mi fa strano 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...