Mano insolente.

E mme porta, pure stanotte, sta mano

ad arapì sta ferita e’ parole…

vulesse si cantà de rose e de viole,

ma ‘a mano

va dicenne ca l’alleria nun ‘a vole.

E allora scrivila sta canzone indolente,

comme, mana mia, te si’ fatta fetente!

‘O sanghe dinto e’ vvene

te va dettanno ‘o vveleno…

na’ malia de stanchezza feroce…

Ma io te fermo, mano insolente,

co ‘a linfa bona e’ nu pensiero doce.

20 risposte a "Mano insolente."

  1. Ettore, ecco proprio così….
    …ma io te fermo, mano insolente
    co ‘a linfa bbuona e nu’ pensiero doce.
    Bella !
    Un pensiero felice per dormire in pace con se stessi, e non solo, ci vuole proprio. Cerco di estenderlo oltre gli affetti più cari. Buona notte, grazie

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...