35 risposte a "Il mio teatro/Per un monologo nel teatro vuoto."

  1. È stato come essere veramente a Teatro!
    Ho visto tempo fa in al Globe Teatre di Roma, in una bellissima estate, “Il mercante di Venezia”.
    Alla fine dello splendido spettacolo, sarei rimasta volentieri lì tutta la notte a sognare, con la testa appoggiata sul mio zaino con dentro il cuscinetto il mi ero portata per stare più comoda su quelle panche, un po scomode, di teatro antico.
    Tu me lo hai fatto ricordare. Grazie per le tue ricerche, le tue storie e la tua poesia! 🌷

    Piace a 1 persona

  2. Ettore, aedo e cantore. La scenografia è artigianale ma simpatica e la voce corre pe dint”e viche e abbascio Megaride addò ‘a guagliona Partenope invoca ll’ammore ‘e Ulisse. E tu, Ettore, s’i ‘a voce di Omero, pure di Odisseo segreto e Virgilio, dinto Castel dell’Ovo.

    "Mi piace"

  3. Mi rievoca, così, per suggestioni ed antiche frequentazioni, “L’uomo dal fiore in bocca”, ma anche “L’uomo invaso” (G. Bufalino), che per il teatro non fu scritto (anche se forse, sotto sotto…), ma che sembra pari pari nato per quello. Comunque sviluppi un tema che m’è assai caro, ahimé, solo per andate frequentazioni..

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...