Trallallalà

Quel che ci salverebbe è la verità…

Ed è per questo che siamo perduti…

Scansati, fatti più in là…

io porto la morte trallallalà…

Mentre il respiro e il canto portato

ti lanciano per aria il malandato…

e tu respira breve che ti si mozza il fiato.

C’è’ un che di nemesi divina

in questo grottesco cataclisma tracciato…

E tu corri da solo a perdifiato

sguardo assente d’amore mutilato…

non un abbraccio solo un cenno a distanza

ognuno è solo della Terra in un stanza.

Pubblicità

11 risposte a "Trallallalà"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...