Personaggi (del mio teatro)

Sono solo fantasmi

abbarbicati in piccola esistenza

gli smarriti ch’io racconto.

Ed è per questo che li colloco ai bordi,

immersi in realtà mimetica

sarebbero del tutto persi.

Ed io lascio che vivano

nella pallida regione dei sogni

come fanciulli perduti in disperati bisogni.

Ersilia, Lady Fraganzia, Celestina

e via via i monelli del Tutto inganna

se vedono la morte

sono lì pronti a giocarvi…

Sanno, loro, d’essere d’un apologo

grumi di carne d’anima provvisoria

e vivono

nell’istante ludico senza memoria.

20 risposte a "Personaggi (del mio teatro)"

  1. Non sono fantasmi. I fantasmi sono ombre diafane di persone morte. I tuoi personaggi sono vivi. Vivi nei tuoi versi. Vivi nei tuoi racconto non scritti. Vivi finché li porterai sempre con te. E speriamo che presto possano prendere di nuovo vita su un palco di un teatro.

    Piace a 2 people

  2. “… vivono nell’istante ludico della memoria”.
    Non le conosco ma, da come le racconti, sento che sono immagini delicate ed estremamente vive, non vincolate all’immagine ripetitiva – anche se bella… quando è bella – di una pellicola cinematografica, per esempio.
    Un Grande una volta parlò di ‘immagini inconscie non oniriche’, nate dal mondo profondo della fantasia umana… e io so che li non ci sono i fantasmi.
    Ciao 🌹

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...