Ultimi lumi.

E corre in piena il fiume del tempo

sradicando i fiori d’altre primavere.

Non c’è spazio a malinconie sincere

lungo le sponde battute d’acque selvagge.

Corre come un fluido da un corpo svenato

nel pallore esangue di un tempo andato.

E il canto azzarda metafore dolenti

pietre laviche…

che resistono del tempo ai venti…

graffiti d’unghie spezzate

a scavare dighe già da molto sfondate.

D’altri fiori, io lo so, nasceranno profumi

altri occhi…

sfioreranno delle lacrime i tuoi fiumi

ed io guardo alle stelle quali ultimi lumi.

16 risposte a "Ultimi lumi."

      1. … hai ragione di incavolarti, però alcune volte al lettore può venire spontaneo diciamo la “consolazione”, la si potrebbe interpretare anche come una forma di affetto nei confronti dell’autore.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...