Notturno lento.

L’ultima nota suona stonata

un’ottava di troppo

e la musica giusta è deviata.

Che strana tastiera è la vita

cerchi armonia

e trovi accordi sbagliati.

Non resta che questo notturno lento

al chiarore lunare

un gioco triste nel tormento.

Oh si potesse azzerare

del pentagramma l’ordito

e ritrovare un suono lungo

in accordo col cosmo infinito.

Pubblicità

4 risposte a "Notturno lento."

  1. …eh già la vita è proprio una strana tastiera con i suoi suoni stonati… Eccezionali gli ultimi due versi… Fantastica la poesia di per sé, mi è piaciuto molto la similitudine della tastiera e della musica con la vita e tutte le sue tristezze, malinconie, rammarichi che lei racchiude…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...