Sfumature sonore.

Con un filo di suono tu mi parli…

lento, limpido vibrato, sa d’abbandono.

Oh, il miracolo d’ascolto mi fa tatto

mi scioglie questo plesso contratto.

Sai? Ne avverto caldi i fiati

carezze sonore dal tempo dei baci dati.

Le chiamerò sfumature sonore…

come un vento di note che porta via le crude ore.