Compleanno

Sai, cara, domani compio gli anni.

Ma non so più come contarli,

se secerno i vissuti dai dispersi

incolmabile è il vuoto da che ti persi.

Da quando fosti il tempo cambiò misura

chissà…

lo sentii come tempo d’astrale congiunzione

tradimento al cosmo fu la divisione.

Ora mi suona greve la scadenza

ora che l’anno si compie con te senza.