Per i tuoi occhi.

Oh, li sento i tuoi occhi,

 accarezza, l’anima densa

la mia parola d’esistenza.

E m’è caro…

Caro quel silenzio d’attenzione

come un piccolo brivido d’emozione

sfiora lo sguardo il mio verso

quale petalo d’un fiore d’universo.

E per i tuoi occhi scrivo allora

ne avvertirò il tocco ancora e…ancora.