Del mutare delle forme.

Non cattura più la luce questo mio dolore.

è smarrito e silente nel buio del disamore.

Forse non vede e non è visto

e si scolora esangue il viso tristo.

Oh, pianto non è e non è urlo,

è zona di mezzo e scivola via

sordo ai rumori, ai nudi bagliori

è dolore d’assenza del nulla è l’essenza.

Credo che del mutare delle forme sia allegoria

di quando il bozzolo inespresso

d’essere farfalla ha smarrito la via.