Eppure si va…

Oh, quanto è aspra l’ultima salita

erta sbilenca in sentiero di vita.

Ogni passo misura il suono vuoto dell’assenza,

viaggio vano, non promessa d’esistenza.

Eppure si va…

aggrappate le mani a rocce sempre più fredde,

rarefatta è l’aria nel gelo del niente.

Eppure si va…

carezzando nel sospiro di bellezza l’ultimo fiore,

il piede accorto a non violarlo,

diafano colore d’apparenza dell’ultimo amore.