La terra di domani.

Sorgerà il sole sulla terra di domani.

Sarà, credo, curata da altre mani,

mani fanciulle ignare dei vecchi mali.

Le campane

saranno fiori e non tocchi di funerali.

E i canti non saranno inni

ma melodie di vento e natura,

i sogni colore e non incubi di paura.

Io non mi sveglierò nella terra di domani

ma la canto in speranza, giungendo le mani