Parte sorella.

Sotto i tetti d’altri mondi

vivono cuori che non conosco.

Oh, vorrei cantarne le gioie e i dolori

e ne cerco nell’etere richiami

perché è come se questo freddo

me ne mandasse sciami…

Ma siamo soli su questa terra

quasi ignoriamo ogni ansia e guerra,

ma oggi il mio petto ansima

le grida cupe del pianeta,

le discrasie e disgrazie causa moneta

e la mia solitudine si veste di lacrime arse

parte sorella di milioni di lacrime sparse.